14 Ott

14 Ottobre: Apertura Parco e Quartetto Nous in concerto

Il 14 Ottobre salutiamo l’autunno a Frassanelle sulle dolci note di un quartetto d’archi: si esibirà solo per noi, in collaborazione con gli Amici della Musica di Padova , il Quartetto Nous. Due violini, una viola e un violoncello ci condurranno attraverso un viaggio emozionale fatto di armonie leggere, ritmi incalzanti, melodie che vengono da lontano e parlano ai nostri sensi.

A fare da cornice a questo evento eccezionale, come sempre il nostro parco, che torna protagonista di questa nuova stagione con i suoi colori caldi, i suoi sentieri e le sue incredibili grotte, che potrete visitare dal mattino fino al tardo pomeriggio. Non sono previsti punti ristoro, ma potrete portare con voi il vostro pranzo o la vostra merenda al sacco, sempre nel rispetto dei nostri, e vostri, spazi verdi 😉

PROGRAMMA

Dalle 10:00 alle 17:00 > Apertura Parco e Grotte

Alle 17:30 > Quartetto Nous in Concerto:
Silvia Colasanti (1975) – Di tumulti e d’ombre
Ottorino Respighi (1879-1936) – Quartetto in re minore P. 91

PREZZI

Biglietto unico Parco, Grotte e Concerto: € 10:00

Biglietto solo Parco:
adulti: € 5,00
bambini dai 6 ai 13 anni: € 2,00
bambini fino ai 5 anni: gratis

Accesso ai cani (al guinzaglio): consentito al parco, non alle grotte

PER SAPERNE DI PIU’…
CHI E’ IL QUARTETTO NOUS

Membri del gruppo
Tiziano Baviera – violino
Alberto Franchin – violino
Sara Dambruoso – viola
Tommaso Tesini – violoncello
Noûs (nùs) è un antico termine greco il cui significato è mente e dunque razionalità, ma anche ispirazione e capacità creativa.

Il Quartetto Noûs, formato da quattro giovani musicisti italiani, nasce nel 2011 all’interno del Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano. Frequenta l’Accademia “Walter Stauffer” di Cremona nella classe del Quartetto di Cremona, la Musik Akademie di Basilea nella classe del M° Rainer Schmidt (Hagen Quartett) e si perfeziona con Aldo Campagnari (Quartetto Prometeo) e Hatto Beyerle (Alban Berg Quartett). Frequenta attualmente la Musikhochschule di Lubecca nella classe del M° Heime Müller (Artemis Quartett) e la Escuela Superior de Música “Reina Sofia” di Madrid nella classe del M° Günter Pichler (Alban Berg Quartett).
E’ vincitore del primo premio al Concorso Internazionale “Luigi Nono” di Venaria Reale e al XXI “Concorso Internazionale Anemos” di Roma. Nel 2014 gli viene conferita la menzione d’onore nell’ambito del “Sony Classical Talent Scout” di Madesimo.Riceve dal Teatro La Fenice di Venezia il Premio “Arthur Rubinstein – Una Vita nella Musica” 2015 per essersi rivelato nel giro di pochi anni una delle formazioni più promettenti della musica da camera italiana ed aver dimostrato nella sua ancor breve carriera di saper affrontare la grande letteratura per quartetto in maniera matura, cercando un’interpretazione ragionata e non effimera dei capolavori del repertorio classico-romantico e del Novecento, proseguendo allo stesso tempo una ricerca seria e non episodica anche all’interno dei linguaggi della musica d’oggi.Nel 2015 si aggiudica il Premio “Piero Farulli”, assegnato alla migliore formazione cameristica emergente nell’anno in corso, nell’ambito del XXXIV Premio “Franco Abbiati”, il più prestigioso riconoscimento della critica musicale italiana.Si è esibito per importanti istituzioni musicali nazionali, quali la Società del Quartetto di Milano, Bologna Festival, Musica Insieme di Bologna, I Concerti del Quirinale a Roma (in diretta radiofonica su Rai Radio3), la Gog di Genova, l’Acm Chamber Music di Trieste, gli Amici della Musica di Palermo, l’Associazione Musicale Lucchese, lo Stradivari Festival di Cremona.All’estero viene invitato ad esibirsi in Germania, Svizzera, Inghilterra, Francia, Spagna, Corea del Sud e Cina. Dopo essere stato selezionato tra 74 gruppi provenienti da tutto il mondo ha avuto modo di partecipare all’edizione 2013 del “Monteleón Chamber Music Festival” di Leòn in Spagna. Nel 2013 è stato quartetto in residence al “Festival Ticino Musica” di Lugano.Dal 2015 partecipa al progetto “Le Dimore del Quartetto” dell’Associazione Piero Farulli in collaborazione con Associazione Dimore Storiche Italiane.

 

Lascia un Commento